lunedì 18 marzo 2013

Recensione: Uno splendido disastro di Jamie McGuire

Buona serata a tutti!
In questi giorni avevo un po' di cose da fare e tra l'una e l'altra non ero reperibile perché ho finalmente comprato il cofanetto della prima stagione di Game of Thrones che in qualche modo ha fatto da regalo di compleanno seppur in ritardo. Sono stata quindi totalmente presa dalla serie che non potevo fare altro, è strepitosa *-*
Devo fare un sacco di recensioni ma ho deciso che oggi vi parlerò un po' di Beautiful Disaster.

Voto: 4.5
Titolo: Uno splendido disastro
Serie: Beautiful #1
Autore: Jamie McGiure
Prezzo: 16.40
Trama: Camicetta immacolata, coda di cavallo, gonna al ginocchio. Abby Abernathy sembra la classica ragazza perbene, timida e studiosa. Ma in realtà Abby è una ragazza in fuga. In fuga dal suo passato, dalla sua famiglia, da un padre in cui ha smesso di credere. E ora che è arrivata alla Eastern University insieme alla sua migliore amica per il primo anno di università ha tutta l'intenzione di dimenticare la sua vecchia vita e ricominciare da capo. Travis Maddox di notte guida troppo veloce sulla sua moto, ha una ragazza diversa per ogni festa e attacca briga con molta facilità. C'è una definizione per quelli come lui: Travis è il ragazzo sbagliato per eccellenza. Abby lo capisce subito appena i suoi occhi incontrano quelli castani di lui e sente uno strano nodo allo stomaco: Travis rappresenta tutto ciò da cui ha solennemente giurato di stare lontana. Eppure Abby è assolutamente determinata a non farsi affascinare. Ma quando, a causa di una scommessa fatta per gioco, i due si ritrovano a dover convivere sotto lo stesso tetto per trenta giorni, Travis dimostra un'inaspettata mistura di dolcezza e passionalità. Solo lui è in grado di leggere fino in fondo all'anima tormentata di Abby e capire cosa si nasconde dietro i suoi silenzi e le sue improvvise malinconie. Solo lui è in grado di dare una casa al cuore sempre in fuga della ragazza. Ma Abby ha troppa paura di affidargli la chiave per il suo ultimo e più profondo segreto.


Recensione

E' un libro che va letto d'un fiato, una storia d'amore diversa da tutte quelle che ci sono state proposte. Un vero disastro che ti entra nel cuore a forza e dei personaggi indescrivibili in tutti i sensi, ipnotizzante, affascinante e a modo suo anche divertente.

Abby è una diciannovenne in fuga dal proprio passato, cerca di crearsi una nuova vita e comincia a farlo dall'università assieme alla sua migliore amica America "Mare". La conoscenza più inaspettata avviene ad un incontro clandestino dove nessuna delle due avrebbe dovuto essere, Travis Maddox cattura lo sguardo di Abby e da quel momento non la perde più di vista.
Travis è il classico bad boy, quello da una ragazza diversa ogni sera, ma è anche il cugino del fidanzato di Mare. I quattro passano praticamente tutto il tempo che hanno assieme e tra un sorriso e l'altro Abby, soprannominata dall'affascinante Travis Pigeon o più semplicemente Pdge, finisce per fare una stupidissima scommessa con quest'ultimo. 
La stupidità della scommessa sta nel fatto che ovviamente lei la perde ed il prezzo da pagare non è altro che andare a vivere a casa di Travis e suo cugino con Mare per un intero mese, tra una scusa e l'altra il letto del ragazzo è l'unico posto che rimane e nel quale dormono entrambi.
Tra i due sboccia un'amicizia che tutti credevano impossibile, dolce e passionale. Un sentimento che però cerca di diventare qualcosa di più e alla fine ci riesce perché i sentimenti sono più forti di tutte le barriere costruite sia da Travis che da Abby.
Anche se piano piano Abby riesce ad avvicinarsi sempre di più all'affasciante Maddox non sa ancora che anche lui ha cercato di superare il proprio passato. 

Una storia d'amore disastrata e autodistruttiva tra un ragazzo e una ragazza con dei passati da dimenticare e un futuro che cercano in tutti i modi di salvare dai ricordi anche se questi si presentano in prima persona.

Beautiful Disaster è il primo di una duologia che appartiene al filone new adult, il secondo capitolo della serie tratterà la medesima storia affrontata e vista con gli occhi di Travis. Sono curiosa di leggere Walking Disaster per scoprire se posso trovare qualche lato negativo della sua personalità in più o in meno anche se protendo più verso la prima ipotesi.
Tornando al primo capitolo della duologia devo dire che ne sono rimasta piacevolmente stupita perché non ha nulla di speciale in sé ma è stato comunque in grado di prendermi così tanto da farmelo divorare facendomi passare una splendida giornata di pioggia rapita tra le pagine di un libro. Non si potrebbe immaginare un modo migliore di passare il tempo quando fuori non ci sono altro che nuvoloni e un freddo glaciale.
Lo stile dell'autrice è semplice, essenziale ma nulla di straordinario.
Il lavoro sporco infatti lo fanno i personaggi o meglio il personaggio che sta sotto i riflettori, sono sicura non essere stata l'unica ad essersi disperata e ad aver perso la testa per il signorino Travis Maddox. Affascinante, dolce e avventato ma soprattutto sexy in modo impressionante è diventato in carne ed ossa l'asso nella manica dell'autrice.
I personaggi più sensati dell'intera lettura non sono che Mare e il fidanzato perché, onestamente, Abby e il compare hanno dei picchi d'irrazionalità che capitano ogni cinque minuti e la loro capacità autodistruttiva sale alle stelle quando non sono assieme. Non so se attribuire la scelta dell'autrice ad un tentativo di rendere la storia d'amore tra i due l'unica vera possibile alternativa o altro, quel che è certo è che i due sono molto più apprezzabili e molto meno psicopatici quando si trovano l'uno al fianco dell'altra e per questo le parti che più ho apprezzato sono state quelle durante la convivenza. 
E' stata una lettura dal canto suo divertente anche se non penso fosse questo il principale intento dell'autrice ma per me è stato inevitabile soprattutto quando il soprannome della protagonista ho scoperto significa piccione e in più di un'occasione non manca d'accennarlo nemmeno la stessa Abby. 
Uno splendido disastro però è uno di quei libri che riesce a prenderti senza particolari motivi e alla fine della lettura non puoi rimanere che stupito e adorante perché l'autrice ti ha regalato la storia di un'amore moderno e fuori dagli schemi in un pacchetto sexy e con un finale degno del suo nome.
Se c'è una pecca oltre hai caratteri di alcuni personaggi, il difetto più grande di questo libro è proprio la protagonista alla quale si fa fatica ad affezionarsi. In parte questa cosa è dovuta solo ed esclusivamente alla sua odiosa personalità, in parte è dovuto al fatto che tutte le lettrici (me compresa) durante la lettura tifano per Travis mentre Abby non fa altro che ferirlo.

A conti fatti mi è piaciuto parecchio e lo consiglio vivamente, ad alcuni può non piacere ma per un gioiellino così si può anche rischiare.

14 commenti:

  1. l'ho adorato *_*

    RispondiElimina
  2. Non vedo l'ora di leggerlo *____*

    RispondiElimina
  3. Sono contenta che a te sia piaciuto[: io purtroppo ho avuto tanti problemi con questo libro -coi personaggi soprattutto. Ma in fondo ogniuno ha i suoi gusti, se non che divertimento ci sarebbe? Bella recensione cmq[:

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi spiace non ti sia piaciuto ma hai ragione, ognuno ha i propri gusti. Ti capisco per quanto riguarda i personaggi!
      Grazie ;)

      Elimina
  4. L'ho appena finito e l'ho trovato davvero tremendo ò__ò
    E pensare che i primi capitoli mi stavano piacendo abbastanza, niente di eccezionale certo, però mi avevano preso molto. Ma poi è arrivato il delirio e tutti sono diventati insopportabili! L'unica sana di mente in quel posto mi è sembrata Kara, sinceramente D:
    Boh, non capisco questo amore che sembrano avere tutti per Travis, la verità è che non vorrei mai un tipo del genere vicino a me ò__ò Scusa il mio rant, ma mi ci vorrà un po' per riprendermi da questo libro!
    Sono contenta che ti sia piaciuto comunque, meglio così... avrei tanto voluto che fosse lo stesso anche per me XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti c'è una specie di punto di non ritorno dopo il quale è ancora tutto più disastroso...da Las Vegas in poi è delirio assoluto XD

      Elimina
    2. Ma poi Travis che vorrebbe lavorare per la mafia come se fosse un impiegato qualunque? Ma dove ha il cervello? -__-"

      Elimina
    3. ahahahah per lui è un lavoro come un altro, il pizzaiolo ad esempio è troppo scontato XD

      Elimina
  5. Bella recensione Elena, io ho leggiucchiato le prime pagine di questo libro (faccio sempre così quando mi devo avventurare in una nuova lettura) ma ... ogni libro ha il suo momento e questo non era quello adatto per "Uno splendido disastro", lo riprenderò sicuramente!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io faccio sempre così con le nuove letture. Quando arriverà il suo momento spero ti piaccia ^^

      Elimina
  6. Mi attira!!! Bella recensione :DD
    Ho letto tante recensioni positive ma anche tante negativeee! Appena lo leggerò me ne farò una mia opinione ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' uno di quei libri che non puoi sapere se ti piacerà o meno ^^ Bisogna provare, spero ti piaccia

      Elimina