mercoledì 15 maggio 2013

Recensione: La maledizione di Ondine di Valentina Barbieri

Buon pomeriggio a tutti! Oggi vi presento un romanzo tutto italiano, ringrazio ancora Valentina Barbieri per avermelo mandato ;)

Voto: 4 +
Titolo: La maledizione di Ondine
Autore: Valentina Barbieri 
Serie: I Guardiani dei Portali #1
Prezzo: 1.99 e 12.00 cartaceo
Trama: Ondine è una giovane sensitiva in grado di percepire una dimensione in cui gli spiriti vagano, anelando il modo per tornare nel mondo dei vivi. 
Cercando una spiegazione razionale e scientifica, Ondine, insieme all'amico Francesco, indaga su eventi paranormali.
La verità inizia a venire allo scoperto quando a Londra incontra Benjamin Law, un giovane e affascinante prete in grado di passare dell'Altra Parte. Grazie a lui, Ondine viene a conoscenza di oggetti posseduti e assiste a un terribile esorcismo. Le informazioni su un antico Ordine dei Guardiani portano Ondine e Benjamin a Praga, alla disperata ricerca di Lysandra Novacek, l'ultima discendente della famiglia a capo dell'ordine. Tra spiriti e luoghi antichi, Ondine viaggerà per l'Europa, affrontando le sue più grandi paure, compresa quella di un amore così forte quanto impossibile. "Quando attraversi le porte che separano il mondo dei vivi da quello dei morti, devi essere sicura di poter tornare indietro..." Chi sono i Guardiani dei Portali e perché l'Ordine si è sciolto dopo la seconda guerra mondiale? Cosa si nasconde dentro la dimora di Hasdeu, filosofo e politico della fine dell'800? Come si sconfigge chi è già morto?


Recensione

"La sindrome di Ondina è una malattia genetica del sistema nervoso. Porta il neonato ad apnee notturne, cianosi e convulsioni. I bambini muoiono nel sonno per mancanza di respirazione." Ondine deve a questa malattia il suo nome ma non il suo problema, i medici hanno scoperto il suo dono e l'hanno battezzato malattia mentre lei si è resa conto, col tempo, che era ed è solo una maledizione.

Se in Ghostbuster i quattro simpatici acchiappafantasmi si preparavano armati di zaini protonici per risucchiare i fantasmi come fossero polvere, Ondine non deve far altro che chiudere gli occhi e piano piano rallentare il respiro per ritrovarsi come d'incanto in un'altra dimensione. 
Ci sono varie dimensioni, quella in cui si trova sempre più spesso è quella che lei definisce di passaggio. Lì ci sono le anime che per un motivo o per un altro cercano di tornare nel mondo dei vivi, lei li chiama Inconsci. A volte ci riescono, gli Inconsci prendono possesso di qualsiasi cosa, persino delle persone.
Dall'altra parte l'aspetto della realtà in cui si trova può cambiare di continuo, quando meno se lo aspetta, se non è sola infatti la realtà prende le sembianze dei pensieri dell'Inconscio. L'unica cosa che deve fare è concentrarsi, essere più forte, sconfiggerlo.
Quello che fa Ondine è cercare di gestire lo studio e nel contempo aiutare persone che hanno bisogno del suo aiuto, destreggiarsi tra le due cose però non è affatto facile, soprattutto se il tuo compare ti fa finire in un programma televisivo dove ti ridono dietro. Nessuno crede all'esistenza di altre dimensioni fin quando non lo prova sulla propria pelle, l'unica cosa che sono in grado di fare le persone normali è definirla una medium che guadagna sulle sofferenze degli altri o, ancora meglio, solo una pazza.
Il suo braccio destro e coinquilino, Francesco, le sta accanto in ogni momento ed è proprio grazie a lui ed al suo sito che una giovane donna li mette a conoscenza di altre persone che secondo lei hanno gli stessi poteri di Ondine. 
Quando ti senti solo ogni giorno della tua vita, quando tua madre è morta e tuo padre ha un'altra famiglia, trovare qualcuno uguale a te è come andare in contro all'ultimo spiraglio di luce in una caverna buia. 
Benjamin è il primo che incontra, un prete, un uomo con degli ideali che si scontrano direttamente con i suoi. Grazie a lui viene a conoscenza di un antico Ordine dei Guardiani, un gruppo di persone che si occupavano delle anime già moltissimo tempo prima ma che, con il passare degli anni, sono quasi scomparsi. Grazie a lui conosce una parte della sua vita ormai dimenticata e, forse, conosce anche l'amore.

 Un velo che separa il mondo dei vivi da quello dei morti, un velo che separa i sogni dalla realtà e dei personaggi in grado di attraversarlo. Il problema è tornare indietro.

Benjamin e Ondine non sono gli unici in grado di avventurarsi nell'altra dimensione, la stessa cosa succede a molte altre persone, più di quante possano immaginare. Grazie a questo abbiamo l'opportunità di affrontare la storia in modi diversi, le sfaccettature che ci concede Valentina sono tante e tutte fuori dal comune. 
Possiamo credere, come Ben, in un Dio che ha fatto questo dono ad alcuni prescelti o possiamo seguire le spiegazioni scientifiche della protagonista. La mia anima nerd si è risvegliata e mi sono fiondata sulla spiegazione meno razionale, quella sulle cospirazioni con tanto di alieni. 
La maledizione di Ondine è un'intreccio complicato tra la realtà di questa e di quella dimensione, incuriosisce con poteri paranormali per attirarci e finire col conquistarci con affascinanti realtà frutto della mente di qualcun altro. 
Nulla è lasciato al caso.
Io non sogno spesso e quando lo faccio i ricordi del sogno solitamente sfumano assieme al sonno, grazie a colpi ben assestati di sbadigli. Quelle poche volte che le immagini di quelle piccole avventure che intraprendo ad occhi chiusi rimangono fisse nella mente come vecchi ricordi, il fascino dell'immaginazione si fa sentire. Sarebbe bello poter controllare i sogni, un po' come fa Ondine, controllare una realtà che non è la nostra e chiudere a chiave in un cassetto quei brutti incubi che ci colgono sempre impreparati. Da ogni potere però derivano grandi responsabilità, non credo saprei gestirle bene come fa la protagonista, probabilmente il lavoro sporco lo spazzerei sotto il tappeto in attesa che se ne occupi qualcun altro.
La maledizione di Ondine è così. E' quasi come un sogno dal quale non ti vuoi svegliare, uno di quelli che anche se sembrano così reali sei certo di essere raggomitolato sotto le coperte nell'attesa di quell'odioso trillo della sveglia mattutina. 
L'autrice colpisce nel segno per l'originalità e la leggerezza con la quale ci racconta l'intera storia, ricca di colpi di scena e sorrisi. Le pagine scivolano tra le dita come una brezza leggera e in un batter d'occhio ci troviamo alla fine, le ultime parole che suonano come una promessa. Ci aspetta un viaggio ancora più emozionante, delle avventure ai margini dell'incredibile e un amore proibito forse non più così proibito. 

26 commenti:

  1. Anche a me è piaciuto molto questo libro :3
    Secondo me è uno dei libri-rivelazione di questa primavera!
    Non solo penso che sia ben scritto, ma è anche un libro molto approfondito nella parte che riguarda il paranormale e l'ho apprezzato moltissimo per questo :3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono d'accordo con te e poi mi è piaciuto molto anche perché nei primi romanzi delle serie si nota subito che sono, appunto, i primi e quindi una specie di presentazione...beh, qui non ho avuto la stessa impressione. In molti libri si sente la pesantezza delle prime pagine, quelle che fanno fatica ad ingranare mentre La maledizione di Ondine mi ha fatta partire in quarta da subito *-* Bello, bello, bello!

      Elimina
  2. Uh... mi ispira! Voglio proprio leggerlo ^^

    RispondiElimina
  3. questo libro devo assolutamente leggerlo..mi incuriosisce e intriga proprio tantissimo..e poi è il mio genere!!^_^

    RispondiElimina
  4. Questo libro mi ispira molto, ne parlano tutti benissimo :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Te lo consiglio moltissimo, si legge in un batter d'occhio ed è molto diverso dai soliti che girano ;)

      Elimina
  5. Che bella la tua recensione! è da un po' che giro intorno a questo libro però non riuscivo a decidermi se metterlo in lista o meno...beh, oggi ci è finito XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie ^^ Hai fatto bene a metterlo in WL, spero tu lo legga presto perché merita davvero!

      Elimina
  6. Sento parlare di questo libro da un po' e vi sono molte recensioni positive a riguardo, ma non saprei... per ora ho fin troppi libri nella wishlist... magari aspetterò un po' prima di leggerlo, per ora gli do una possibilità. Dopotutto se piace a così tanti un motivo dev'esserci.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io di solito mi tiro sempre indietro davanti ai romanzi italiani proprio perché solitamente mi deludono sempre, questo è stato proprio una sorpresa *^*

      Elimina
  7. Mi attira davvero molto, soprattutto per la protagonista che si discosta dai cliché e poi Benjamin è un prete! ^^ sembra molto carino, bella recensione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    2. Ondine è una protagonista molto coraggiosa e mi è piaciuta molto sia per questo sia per il suo carattere e il modo in cui gestisce il suo potere ^^ Ben è un personaggio tutto da scoprire e spero venga approfondito ancora meglio nel secondo libro ;)

      Elimina
  8. Voglio anch'io questo libro... Devo vedere di procurarmelo al più presto, mi attira come il miele con le api ;)
    Magnifica recensione :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie ^^ spero tu lo legga presto.

      Elimina
  9. Però, sembra davvero mooolto carino! :) Il libro l'ho già preso, ora non mi resta che leggerlo... spero al più presto: non vedo l'ora di sognare un po' a occhi aperti insieme a Ondine anch'io! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uh, l'hai già preso? Allora sei già a buon punto, vedrai che non te ne pentirai ^^

      Elimina
  10. Ecco ora voglio proprio leggerlo.. già la trama mi incuriosiva, dopo la tua recensione sono proprio convinta!! :) Bella recensione Ele :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie :*
      Devi proprio leggerlo!

      Elimina
  11. Io ho letto questo libro qualche giorno fa, davvero bello.
    Finalmente un young adult originale!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non vedo l'ora di poter leggere il secondo, è una serie molto originale e ben fatta...non può non piacere :)

      Elimina
  12. Io lo inizio oggi!!! Non vedo l'ora! Sono contenta che ti sia piaciuto così tanto ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero ti piaccia quanto è piaciuto a me! Buona lettura ;)

      Elimina